Il mondo scende in Piazza per l’ambiente

Greta Thunberg

Greta Thunberg, attivista svedese, ha organizzato lo scorso venerdì 20 una manifestazione per l’ambiente a New York. Sono tante le persone di ogni fede, colore e età accorse al suo appello, tanto che lei stessa ne è rimasta stupita.

Nonostante la miriade di critiche è stata considerata la manifestazione più grande della storia. Durante l’iniziativa  l’attivista ha affermato “ora sia vera svolta” e così è stato.

Molte le reazioni sul piano politico: il governo tedesco, infatti ha lanciato un piano da 100 miliardi per risolvere il problema che da tempo affligge il pianeta. Come a New York, anche in altre nazioni, città e paesi si è manifestato per l’ambiente.

Si può dire che in ogni Stato ci sia una Greta Thunberg.

In Amazzonia per esempio Patricia Gualinga ha cercato di contrastare le attività di industria petrolifera e per questo ha subito aggressioni e minacce.

La Greta Thunberg  “italiana” è Federica Gasbarro . Lei sostiene che anche gli adulti devono fare la loro parte dato che sono i soli a poter spronare i potenti e attuare delle soluzioni per il clima.

La sua idea si basa sull’assorbimento dell’anidride carbonica per mezzo delle alghe.

Ma i Fridays for future non si sono fermati a New York, anzi sono sempre di più le città e i paesi che vogliono fare sentire la loro voce.

Anche a Polistena (RC) il 27 settembre manifestanti di ogni età hanno preso parte al corteo mostrando gli striscioni e i cartelloni realizzati a sostegno dell’ambiente.

Sabrina Malivindi, Stefania Politanò 5CL

Pon Cittadino del mondo digitale

Questa voce è stata pubblicata in Pon Cittadino del mondo digitale e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.